Sicurezza e contrattazione nel rapporto tra RSPP e RSU

Il rapporto Tra RSPP ed RSU per la sicurezza sul lavoro

Tra i compiti del Servizio di prevenzione e protezione in azienda, all’articolo 35 del Decreto Legislativo 81/08 vengono specificati gli obblighi di riunione periodica che, nelle aziende con oltre 15 lavoratori deve avvenire almeno una volta all’anno. RSPP ed RSU (Le rappresentanze sindacali unitarie) saranno chiamati a definire i compiti e a verbalizzare i risultati delle strategie volte alla tutela della sicurezza in azienda e, nello specifico, il responsabile del servizio di prevenzione e protezione comunicherà le procedure di sicurezza, realizzate previa individuazione e valutazione dei rischi per i lavoratori.

Alla riunione periodica che dovrà essere convocata anche in occasione di eventuali e “significative” variazioni delle condizioni di esposizione ai rischi, viene prevista nel dettaglio:

Presenza del medico competente:
Presenza di obiettivi specifici per sicurezza e le contrattazioni:
Collaborazione tra RSPP ed RSU:

Medico competente e riunione periodica

Ove previsto il medico competente, responsabile della gestione della sicurezza in merito alla medicina del lavoro, dovrà essere presente alla riunione periodica solo nei casi in cui è prevista l’obbligatorietà della sorveglianza sanitaria in azienda. Egli, comunicherà in riunione gli accertamenti effettuati fornendo indicazioni su eventuali problematiche riscontrate nelle fasi di vigilanza e consultazione dei lavoratori.

Contrattazione ed obiettivi

La riunione si porrà come obiettivi essenzialmente la consulta dei vari rappresentanti dei lavoratori e responsabili dei servizi di sicurezza; verranno considerati in tal senso essenziali i processi di “comunicazione ed informazione” ovvero, la distribuzione delle informazioni su pratiche, contrattazione e responsabilità all’interno dell’azienda. Inoltre, durante la riunione, il datore di lavoro sottoporrà all’esame dei partecipanti:

  • Il documento di valutazione rischi
  • I criteri e le strategie di contenimento dei rischi
  • Obiettivi per il miglioramento futuro
  • I criteri di scelta dei Dispositivi di protezione individuale
  • Codici di comportamento e buone prassi (Comunicazione e Informazione)

Il rapporto RSPP ed RSU

Il datore di lavoro, in qualità di RSPP avrà l’obbligo di organizzare tale riunione anche in base al rapporto con le RSU ovvero le rappresentanze sindacali dei lavoratori che, come afferma l’art. 5. Comma1 “hanno precisi compiti nell’esercizio delle competenze contrattuali sul lavoro” nella gestione della sicurezza sul lavoro in ottemperanza agli obblighi contrattuali di ogni singolo dipendente a rischio.

Torna su

Novità e annunci del settore

CONTATTO RAPIDO

Messaggio:

Termini e condizioni d'uso